NOI TRENTINI E ALTOATESINI

di Paolo Corsi e David Conati

Il trentino Alto Adige/Südtirol è la regione italiana che ha saputo meglio di altre trarre profitto dall’incrocio di popoli, culture e lingue diverse, diventando per molti modello di integrazione. Una saggia politica di autonomia ha inoltre portato a godere di uno dei più alti e migliori livelli di vita europei.

Le ricchezze naturali e le bellezze paesaggistiche sono la linfa di un’economia turistica fiorente ed il patrimonio storico e culturale è motivo di interesse per molti visitatori, che apprezzano l’abbinamento di natura e cultura proposto in varie forme e secondo i gusti e le necessità di ciascuno.

 

Eppure quanti tra gli stessi abitanti della regione conoscono davvero le sue ricchezze e le sue particolarità? E quanti di loro conoscono davvero i popoli che la abitano, i vicini di casa con i quali dividono da secoli il territorio?

Riscoprire in modo divertente ciò che fa di questa una regione affascinante e per certi aspetti unica, può aiutare chi ci vive ad apprezzarla ancora di più e a prendersene ancor di più cura.

Allo stesso modo può diventare per tutti gli altri un motivo in più per visitarla e goderla.

 

Compiendo una ricerca minuziosa sul territorio siamo andati scovare molte notizie curiose, aneddoti, ricette, per far emergere l’essenza dei trentini e degli altoatesini, colta nelle loro abitudini, nei loro modi di vivere il territorio e di rapportarsi tra loro e con i forestieri.

Un modo nuovo per conoscere il territorio e la sua gente, sorridendo dei loro migliori difetti e le loro peggiori virtù.

Lo spettacolo vede in scena, oltre a Paolo Corsi, i Regina Mab, apprezzato gruppo musicale veronese.

Il meccanismo umoristico dei protagonisti in scena accompagna lo spettatore con leggerezza -tra una canzone, una gag e una citazione erudita- alla riscoperta del Trentino e dell’Alto Adige attraverso un viaggio virtuale nelle due province ed un incontro ravvicinato con i loro abitanti per riscoprire, conoscere e valorizzare al meglio le proprie tradizioni e la propria cultura, la vera ricchezza che hanno lasciato in eredità i nostri avi e che oggi, forse, abbiamo dimenticato.


Chi sono “i Trentini”? E “gli Altoatesini”?

Una volta un vecchio saggio disse che una storia che non si racconta è una storia che non è mai stata vissuta. E se una storia non si racconta finisce per essere dimenticata. Per questo noi la vogliamo raccontare.

Paolo Corsi

Autore, attore e critico teatrale. Dopo gli studi di canto e varie esperienze musicali si è dedicato in modo particolare al teatro. E’ autore e coautore di una ventina di testi teatrali, due dei quali premiati in concorsi per nuove drammaturgie, e di “Carosello teatrale veronese”, opera buffa sulla storia del teatro a Verona, scritta con David Conati e Leonardo Di Noi. Per Azzurra Publishing ha pubblicato “Noi Trentini e Altoatesini”, saggio umoristico sulla regione Trentino Alto Adige e i suoi abitanti. Dopo la formazione teatrale al CDM di Rovereto ha preso parte a vari spettacoli di prosa e di teatro musicale. Fa parte della compagnia teatrale “La Luna Vuota” di Trento.

 

Regina Mab

I Regina Mab vantano un percorso artistico di ormai 4 lustri, con collaborazioni con artisti come Bluvertigo, Quintorigo, Delta-V, Pitch, Marta sui Tubi, Moltheni, Cesare Basile e la produzione di un’importante e variegata discografia. Quella del teatro canzone è la forma espressiva prediletta per le esibizioni live, attraverso la quale raccontano storie ed esperienze che hanno segnato il nostro tempo. Fanno parte della formazione: Franco Manzini (voce), Gabriele “Gabrizio” Giuliani (chitarra, voce), Nicola Tonin (chitarra), Matteo Micheloni (batteria) e Michele Perazzoli (basso).

David Conati

Autore e compositore, katalizzAutore, ha lavorato con Tito Schipa Jr, Gino & Michele, Mogol; collabora come traduttore con diverse agenzie teatrali, e ha scritto più di una settantina di testi teatrali, anche per ragazzi, alcuni dei quali premiati ad importanti festival nazionali. Inoltre ha pubblicato saggi, manuali educativi, filastrocche, romanzi, guide didattiche, narrativa, testi di parascolastica e oltre duecento canzoni per diversi editori.

Lo spettacolo è tratto dal libro “Noi Trentini e Altoatesini” di Paolo Corsi, Edizione Azzurra